Quesiti in pseudocodice

30-11-2012 – Numero 20

Per descrivere un algoritmo, possiamo utilizzare uno pseudo-linguaggio di programmazione, dove il simbolo ← rappresenta l’istruzione che impone di assegnare al nome simbolico che lo precede il valore calcolato dall’espressione che lo segue

Per esempio: i ← i+1 significa incrementa di 1 il valore associato al nome simbolico i e associa a i il valore incrementato.
Se a i era associato il valore 5, dopo l’esecuzione dell’istruzione a i sarà associato il valore 6.

In questa ipotesi, scegliere la condizione e la istruzione mancanti nel seguente algoritmo in modo che scriva su video il quadrato s di un numero intero n ≥ 0 letto da tastiera:

  1. condizione: i < n
    istruzione: x ← x+2
  2. condizione: i ≤ n
    istruzione: x ← x*2
  3. condizione: x < n
    istruzione: x ← x+2
  4. condizione: i ≤ n
    istruzione: x ← i*2+1

21-11-2013 – Numero 19

Per descrivere un algoritmo, possiamo utilizzare uno pseudo-linguaggio di programmazione, dove il simbolo ← rappresenta l’istruzione che impone di “assegnare al nome simbolico che lo precede il valore calcolato dall’espressione che lo segue” (per esempio: I ← I+1 significa “incrementa di 1 il valore associato al nome simbolico I e associa a I il valore incrementato”.
Se a I era associato il valore 5, dopo l’esecuzione 12 dell’istruzione a I sarà associato il valore 6).

In questa ipotesi, scegliere la condizione e la istruzione mancanti nel seguente algoritmo in modo che scriva su video il fattoriale s=n! di un numero intero n ≥ 0 letto da tastiera (si ricordi che n!=1×2×3…×n e che 0!=1):

  1. condizione: i < n
    istruzione: x ← x+1
  2. condizione: i ≤ n
    istruzione: x ← x+1
  3. condizione: i < n
    istruzione: x ← x+i
  4. condizione: i ≤ n
    istruzione: x ← x+i.

13-11-2014 – Numero 14

Per descrivere un algoritmo, possiamo utilizzare uno pseudo-linguaggio di programmazione, dove il simbolo ← rappresenta l’istruzione che impone di “assegnare al nome simbolico che lo precede il valore calcolato dall’espressione che lo segue” (per esempio: x ← x + 1 significa “incrementa di 1 il valore associato al nome simbolico x e associa a x il valore incrementato”.
Se a x era associato il valore 5, dopo l’esecuzione dell’istruzione a x sarà associato il valore 6).

In questa ipotesi, scegliere la “condizione1” e la “condizione2” mancanti nel seguente algoritmo in modo che risolva nel minor tempo possibile la verifica del fatto che un numero intero n >= 0 letto da tastiera sia primo oppure no:

  1. condizione1: 2014-14-1
    condizione 2: p FALSO
  2. condizione1: 2014-14-2
    condizione 2: p VERO
  3. condizione1: 2014-14-3
    condizione 2: p FALSO
  4. condizione1: 2014-14-1
    condizione 2: p VERO

18-11-2015 – Numero 16

Per descrivere un algoritmo, possiamo utilizzare uno pseudo-linguaggio di programmazione, dove il simbolo ← rappresenta l’istruzione che impone di “assegnare al nome simbolico che lo precede il valore calcolato dall’espressione che lo segue” (per esempio: i ← i + 1 significa “incrementa di 1 il valore associato al nome simbolico i e associa ad i il valore incrementato”.
Se ad i era associato il valore 5, dopo l’esecuzione dell’istruzione ad i sarà associato il valore 6).

Si consideri il seguente algoritmo

Scegliere la “condizione” e l’“istruzione” mancanti nell’algoritmo in modo che restituisca il minimo numero di lanci di moneta che sono stati necessari per ottenere una sequenza di almeno cinque esiti consecutivi uguali.

  1. condizione: t_consecutivi < 5 AND c_consecutivi < 5
    istruzione: i ← i + 1
  2. condizione: t_consecutivi < 5 AND c_consecutivi < 5
    istruzione: testa ← testa + 1
  3. condizione: t_consecutivi ≤ 5 AND c_consecutivi ≤ 5
    istruzione: i ← i + 1
  4. condizione: t_consecutivi < 5 AND c_consecutivi ≤ 5
    istruzione: i ← i + 1

17-11-2016 – Numero 16

Per descrivere un algoritmo, possiamo utilizzare uno pseudo-linguaggio di programmazione, dove il simbolo ← rappresenta l’istruzione che impone di “assegnare al nome simbolico che lo precede il valore calcolato dall’espressione che lo segue” (per esempio: i ← i + 1 significa “incrementa di 1 il valore associato al nome simbolico i e associa a i il valore incrementato”.
Se a i era associato il valore 5, dopo l’esecuzione dell’istruzione a i sarà associato il valore 6).

Si consideri il seguente algoritmo

Supponiamo che un utente scriva a video i seguenti numeri 1 1 2 2 9 9 10 10 12 13 quale di queste alternative descrive correttamente cosa fa il programma?

  1. 0 1 0 2 0 9 0 10 12 13 25
  2. 1 1 2 2 9 9 10 10 12 13
  3. 0 1 0 2 0 9 0 10 12 13
  4. 0 1 0 2 0 9 0 10 10