Simply 3D Programming Using VPython – II

Questo documento fa parte del sito glowscript.org


VPython Entities


Oggetti, nomi, attributi

Gli oggetti grafici che crei, come cubi, sfere, curve, …, continuano ad esistere per tutta la durata del programma e il modulo vpython continuerà a visualizzarli dovunque si trovino.
Devi dare un nome a ciascun oggetto (come sopra: redbox, ball) se vuoi fare riferimento ad esso nelle righe successive del programma.
Tutti gli oggetti hanno degli attributi: ball.pos, ball.color, ball.radius, …
Se aggiorni il valore di un attributo di un oggetto, come per esempio la sua posizione o il suo colore, vpython automaticamente visualizzerà l’oggetto alla nuova posizione oppure con il nuovo colore.
I valori degli attributi si possono impostare nel costruttore (il codice utilizzato per creare l’oggetto) e si possono modificare successivamente

In aggiunta agli attributi già presenti è possibile crearne di nuovi (sia immediatamente che successivamente).
Per esempio si può creare una sfera di nome moon e in aggiunta al suo raggio e alla sua posizione darle nuovi attribuiti come moon.mass e moon.momentum.


Vettori

Non tutti gli oggetti sono visibili. Per esempio, vpython permette di creare vettori 3d e di eseguire operazioni su di essi.
Se crei un vettore di nome a puoi fare riferimento alle componenti come a.x, a.y e a.z.

Per sommare due vettori, a e b, non è necessario sommare le componenti una per una: vpython fa la somma al nostro posto

Se aggiungi l’istruzione print(c), vedrai che il risultato è il vettore con componenti (5, 7, 9).

Prodotto scalare

Magnitudine

Prodotto vettoriale

Gli attributi degli oggetti di vpython possono essere vettori, come velocità, …

Notice: This work is licensed under a BY-NC-SA. Permalink: Simply 3D Programming Using VPython – II

Comments are closed.