Category Archives: XML

Elementi XML

Il tag di apertura di un elemento comincia con il carattere < Il tag di chiusura di un elemento comincia con la coppia di caratteri

Tutti gli elementi devono essere chiusi

Se un elemento è vuoto deve essere comunque chiuso, scegliendo tra le due modalità

oppure

Non ci sono nomi precostituiti per gli elementi (ma se un nome comincia con xml …)

Il nome di un elemento comincia con
    lettera (anche accentata…), _ (underscore), : (due punti)
continua con
    lettera, numero, _ (underscore), : (due punti), . (punto), – (trattino)

Il nome di un elemento non contiene spazi

Gli elementi possono essere nidificati, se esiste tra loro un nesso logico.
Un elemento padre può contenere più elementi figli.
La nidificazione deve essere corretta!

Documenti XML

L’abbreviazione utilizzata come estensione dei file è .xml

La prima riga del documento, facoltativa, dovrebbe specificare la versione di XML in uso

L’intero contenuto del documento è racchiuso in un unico elemento obbligatorio, root element

Per inserire commenti si usa una tecnica simile a quella dei linguaggi di programmazione: una sequenza di apertura, il commento e una sequenza di chiusura

XML è key sensitive!
Possono comparire elementi, attributi, … con lo stesso nome ma con differenze maiuscolo/minuscolo.
Naturalmente questa pratica è da evitare…

Differenze con HTML

Le principali differenze tra HTML e XML

  1. Tutti gli elementi devono essere chiusi o marcati come vuoti
  2. Gli elementi vuoti devono essere chiusi:

    oppure
  3. I valori degli attributi devono essere sempre racchiusi tra doppi apici:
  4. Non ci sono nomi precostituiti per gli elementi (ma se un nome comincia con xml …)
  5. Ci sono soltanto 5 entità carattere predefinite
    &lt; < minore
    &gt; > maggiore
    &amp; & e commerciale
    &quot; doppi apici
    &apos; apice singolo
  • Si può fare riferimento ai caratteri Unicode tramite il codice numerico corrispondente
    &amp; & entità carattere…
    &#38; & decimale
    &#x26; & esadecimale